0F58D404 6A5A 4DC7 AD29 BA820BC58B0A 1

Psycho: 10 curiosità sul cult di Alfred Hitchcock 

Era il 16 Giugno 1960 quando il film di Alfred Hitchcock fu presentato in anteprima mondiale a New York.

Sono passati esattamente 64 anni dalla première di Psycho, il celebre film diretto da Alfred Hitchcock, con un cast che include Janet LeighAnthony PerkinsJohn Gavin e Vera Miles

Distribuito in Italia con il titolo Psyco, nel corso degli anni è diventato un pilastro del cinema suspense, capace, come pochi altri, di rivoluzionare il genere horror e di lasciare un’impronta indelebile nella storia del cinema.

La pellicola ruota attorno a Marion Crane, una segretaria che ruba una grossa somma di denaro e si dà alla fuga. Durante il viaggio, trova rifugio in un isolato motel gestito da Norman Bates, un uomo apparentemente gentile e introverso. Da qui, la vicenda prende una piega oscura, culminando in rivelazioni scioccanti e un finale indimenticabile.

Basato sul romanzo di Robert Bloch, il film si distingue per la straordinaria tecnica cinematografica impiegata da Hitchcock: dalle inquadrature ravvicinate al montaggio frenetico, dall’uso efficace del bianco e nero alla stridente colonna sonora di Bernard Herrmann, creando un’atmosfera costante di tensione e paura che pervade l’intera durata del film.

A 64 anni dal suo debutto, andiamo a scoprire 10 curiosità su Psycho, un cult senza tempo che continua ad influenzare e affascinare i cinefili di tutto il mondo.

IL BUDGET

D12E084A 3F5E 4DAD A575 74455CBC5386

Hitchcock ha realizzato Psycho con un budget relativamente basso, circa 800.000 dollari, avvalendosi della troupe della sua serie televisiva Alfred Hitchcock Presents per risparmiare sui costi.

IL ROMANZO

67C8EEC0 06BE 45E2 8EA8 5D4A3374070D

Il film è tratto dal romanzo di Robert Bloch, ispirato alla vera storia del serial killer Ed Gein; Hitchcock acquistò i diritti del romanzo in forma anonima per soli 9.000 dollari.

LA COLONNA SONORA

6D6C5707 A56D 4599 8272 69C00EB3BC5C

Inizialmente, il maestro del brivido non volle alcuna musica per la scena della doccia. Hitchcock cambiò idea dopo che il compositore Bernard Herrmann gli fece ascoltare i famosi archi stridenti, simili a grida umane.”

IL DIPINTO

0038FE9F 0985 4351 B024 BB25740757B5

La casa situata dietro il Bates Motel è stata ispirata da un dipinto di Edward Hopper del 1925 intitolato: The House by the Railroad.

GLI ABITI

47E6A38F AE20 4994 A572 7C5979941BB9

Gli abiti indossati da Marion furono acquistati in comuni negozi di abbigliamento, poiché Hitchcock voleva che le spettatrici potessero identificarsi con il personaggio.

LA DOCCIA

9E99CC8B A830 49DA 910B 1A0A1722F1DB

Per girare la celebre scena della doccia servirono 7 giorni di lavorazione, 77 diverse inquadrature e una controfigura per Janet Leigh.

IL SANGUE

54DE1297 4BEC 467B 82C0 C1C7C27904D3

Il sangue utilizzato per la scena della doccia è in realtà sciroppo di cioccolato.

IL CAMEO

33785D64 5E65 4E76 8C9A C2AC73591915

Hitchcock sapeva che gli spettatori l’avrebbero cercato e non voleva distrarli dalla trama, quindi il suo solito cameo fu inserito all’inizio del film: lo si vede indossare un cappello da cowboy davanti alla società dove Marion lavora.

AMERICAN FILM INSTITUTE 

F37A18FF 58F9 44B2 92C0 B628426E05BC

Nel 1998, l’American Film Institute inserì Psycho al diciottesimo posto nella classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi; dieci anni dopo, nella lista aggiornata, salì al quattordicesimo posto.

NESSUN OSCAR

6592C21B D5BD 40F5 A25D 4355C9563A31

Nonostante sia un capolavoro indiscusso, Psycho non vinse nessun Oscar. Il film ricevette solo quattro nomination e non fu candidato nella categoria Miglior Film.

Non perdete gli articoli de I Soliti Cinefili, restate sintonizzati sui nostri canali social per tutte le news, le curiosità e gli aggiornamenti sulla settima arte.

Luca Zeppilli
[email protected]

Sono il fondatore de I Soliti Cinefili. Un progetto, nato dalla grande passione per il cinema che ad oggi mi ha portato ad ampliare le interazioni in questa community a disposizione di ogni utente. La mia passione per il cinema nasce un po’ per caso: semplicemente guardando un film dopo l’altro con immediata opinione e voto al termine visione. Con il passare del tempo la mia concezione per la settima arte è completamente cambiata, portandomi a puntare all’obiettivo di diventare un critico cinematografico. Obiettivo che ho raggiunto nel 2024 entrando a far parte del Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani. Nel corso degli anni ho partecipato a numerose anteprime nazionali ed eventi, tra cui il Lucca Film Festival dove ho svolto l’incarico di Giurato Stampa nell’edizione 2022 e nell’edizione 2023. Inoltre, sono ospite tutti i giovedì alle 22:30 al programma radiofonico Suite 102.5 su RTL 102.5 e tutte le domeniche alle 16:30 al programma LaB - Lo Spazio delle idee a cura di Beatrice Silenzi su Radio Linea N°1.

Promo main sponsor