American Fiction: la recensione della sorprendente opera prima di Cord Jefferson 

Presentato in anteprima mondiale lo scorso Settembre al Toronto Film Festival dove ha trionfato con il principale premio della manifestazione, il prestigioso People’s Choice Awards, American Fiction è l’esordio alla regia del regista e sceneggiatore Cord Jefferson.

Disponibile da qualche giorno su Prime Video, incluso nell’abbonamento Amazon, l’opera prima di Cord Jefferson, racconta la storia di Monk, uno scrittore depresso e stanco nel modo in cui la società e l’industria editoriale continua ad abbracciare gli stereotipi sui neri in America.

Monk, interpretato da un bravissimo Jeffrey Wright, decide quindi di scrivere un manoscritto satirico che abbraccerà qualsiasi retorica e stereotipo.

Il libro in questione, intitolato F*ck avrà un gran successo, anche tra editori, questo metterà Monk in discussione tra i suoi veri valori e il personaggio che ha interpretato per scrivere il libro.

Basato sul romanzo Erasure di Percival EverettCord Jefferson firma una sceneggiatura che sa alternare satira, momenti di sano divertimento e le tristi disavventure familiari; Le sequenze satiriche della pellicola, se pur ben realizzate sono poco nitide, a differenza del dramma che ripercuote la vita dello scrittore, ben dettagliata e caratterizzata da personaggi estremamente curati.

Jeffrey Wright riesce a trasmetterci le emozioni che vive Monk, imperfetto ma stranamente amabile come afferma in una sequenza Clifford, fratello dello scrittore interpretato da Sterling K. Brown.

American Fiction è brillante nella sua narrativa e accompagnata dalla meravigliosa colonna sonora composta da Laura Karpman, mai banale e assolutamente allineata alla sceneggiatura del film.

In conclusione, il debutto nel mondo del cinema di Jefferson, (dopo anni di televisione) impressiona per l’empatia creata con i personaggi.

Nonostante l’eleganza di raccontare una storia tanto affascinante quanto ‘scomoda’, è capace di gestire ottimamente i tempi senza appesantire il tema affrontato.

American Fiction è un ingranaggio perfetto tra la commedia satirica e il dramma familiare; Un’opera matura nonostante l’esordio alla regia di Cord Jefferson.

★ ★ ★ ★ 

Luca Zeppilli
[email protected]

Sono il fondatore de I Soliti Cinefili. Un progetto, nato dalla grande passione per il cinema che ad oggi mi ha portato ad ampliare le interazioni in questa community a disposizione di ogni utente. La mia passione per il cinema nasce un po’ per caso: semplicemente guardando un film dopo l’altro con immediata opinione e voto al termine visione. Con il passare del tempo la mia concezione per la settima arte è completamente cambiata, portandomi a puntare all’obiettivo di diventare un critico cinematografico. Obiettivo che ho raggiunto nel 2024 entrando a far parte del Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani. Nel corso degli anni ho partecipato a numerose anteprime nazionali ed eventi, tra cui il Lucca Film Festival dove ho svolto l’incarico di Giurato Stampa nell’edizione 2022 e nell’edizione 2023. Inoltre, sono ospite tutti i giovedì alle 22:30 al programma radiofonico Suite 102.5 su RTL 102.5 e tutte le domeniche alle 16:30 al programma LaB - Lo Spazio delle idee a cura di Beatrice Silenzi su Radio Linea N°1.

Promo main sponsor