Storia dei David di Donatello: 7 curiosità nerd sulle statuette.

Sei un appassionato della storia dei David di Donatello e non stai più nella pelle per l’attesa della nuova edizione? Ti capiamo.

Ecco perché abbiamo cercato di ingannare l’attesa fino al prossimo 3 maggio, con un articolo che mira a raccontarti un po’ di storia del cinema.

Iniziamo con l’approfondimento allora, mettiti comodo e goditi il viaggio, perché sarà tutt’altro che noioso.

La storia dei David di Donatello

Ha inizio nel 1953 con la creazione del Comitato per l’Arte e la Cultura al quale, nel ‘54, si aggiunge il Circolo Internazionale del Cinema.

Questi due circoli, diedero vita al premio David di Donatello, destinato a premiare le migliori produzioni cinematografiche italiane e straniere.

È il 1956

Quando al famoso teatro Fiamma di Roma parte la prima cerimonia di premiazione.

Anni dopo la storia dei David di Donatello sarà fatta in luoghi come: il teatro di Taormina, le Terme di Caracalla di Roma e Piazzale Michelangelo di Firenze.

Una storia importante

Quella del premio oggi ritenuto come il più importante dell’industria cinematografica italiana e che inizia con la premiazione di pellicole come Pane e amore e…, Le grandi manovre ed un must della nostra infanzia come Lilli e il Vagabondo di Walt Disney.

Ecco invece, come promesso, 7 curiosità

Con cui potrai farti bello coi tuoi amici esperti di cinema! Eh sì, potrai ringraziarci dopo.

  • La storia narra che in un primo momento, come simbolo del premio, viene scelta una porta aperta che sta ad indicare la fine dei tempi bui di guerra e l’inizio di una era.

Anni dopo, si optò per la miniatura del David di Donatello poggiata su di una base di malachite, dove viene ancora oggi, inciso il nome del vincitore, l’anno e la categoria del premio.

  • Alberto Sordi e Vittorio Gassman sono stati gli attori più premiati in assoluto nella categoria Miglior attore protagonista, a seguire altri nomi altisonanti come:

Marcello Mastroianni, Nino Manfredi, Giancarlo Gianni, Roberto Benigni, Francesco Nuti, Stefano Accorsi, Valerio Mastandrea e Silvio Orlando.

  • A fare la storia del cinema italiano è Sofia Loren, che detiene il record di vittorie nella categoria Miglior attrice protagonista, portando a casa ben 11 statuette.

Dopo di lei Monica Vitti, Margherita Buy, Mariangela Melato, Valeria Bruni Tedeschi, Anna Magnani, Claudia Cardinale, Giuliana de Sio ed Elena Sofia Ricci.

  • Tra i film più premiati (ben 10 David vinti) abbiamo La ragazza del lago, di Andrea Molaioli e La grande bellezza di Paolo Sorrentino.

Meno recenti, ma perle indiscusse della storia del cinema: La vita è bella di Benigni, L’ultimo imperatore di Bertolucci e Dogman di Matteo Garrone.

  • La statuetta del David di Donatello è una miniatura dell’originale alta 158 cm e conservata al Museo Nazionale del Bargello a Firenze, realizzata molto probabilmente per la famiglia Medici intorno al 1440.

E, udite udite, è il primo nudo singolo della storia della storia dell’arte, ovvero “staccato” da qualsiasi altro elemento di scultura.

  • I registi da record? Vincono Francesco Rosi, Mario Monicelli, Giuseppe Tornatore, Marco Bellocchio, Ettore Scola, Federico Fellini, Vittorio de Sica, Franco Zeffirelli ed i fratelli Taviani.

Ah, Ennio Morricone, non come regia, ma ovviamente come compositore, ha vinto ben 9 statuette.

  • I David detti “speciali” che sono stati assegnati nel corso del tempo, sono andati a nomi altisonanti come: Steven Spielberg, Tim Burton, Uma Thurman, Martin Scorsese, Al Pacino e Tom Cruise.

Chiudiamo con un po’ di orgoglio italiano citando: Paolo Villaggio e Stefania Sandrelli, entrambi premiati alla carriera.

Come promesso, adesso puoi vantarti con i tuoi amici di tutto questo sapere, mentre sorseggiate insieme una birra in attesa della prossima edizione dei David di Donatello.

Ci vediamo il 3 maggio per scoprire insieme i risultati della 69esima edizione!

Tamara Mancini
[email protected]

Ciao sono Tamara e scrivo da quando ho memoria. Questo grazie ad una maestra che fin da subito ha capito quale fosse il mio talento più profondo. Da grande, mi sono laureata in Lettere e da 10 anni sono una Copywriter Freelance che ha fatto della scrittura il suo lavoro.

Promo main sponsor