La terza giornata di Venezia 80: standing ovation per Poor Things. Sarà Leone d’oro?

La terza giornata di Venezia 80 si è aperta con il cortometraggio The Wonderful Story Of Henry Sugar diretto da Wes Anderson, con Benedict Cumberbatch nel ruolo di Henry Sugar, un uomo in grado di vedere attraverso gli oggetti e predire il futuro. Nel cast: Ralph Fiennes, Ben Kingsley e Dev Patel.

Il regista statunitense ha ricevuto il Premio Cartier Glory to the Filmmaker Award


La giornata è proseguita con l’anteprima mondiale di Poor Things, film del regista greco Yorgos Lanthimos con Emma Stone, Mark Ruffalo e Willem Dafoe, assenti per lo sciopero degli attori.

Poor Things é un’opera visionaria che intrattiene, diverte e convince.

Il regista é stato capace di raccontare la storia dell’essere umano attraverso le vicissitudini della protagonista, una giovane donna di nome Bella Baxter (Emma Stone), che viene riportata in vita dallo scienziato Godwin Baxter (Willem Dafoe).

In più di due ore e mezza di film, possiamo ammirare la crescita di una mente infantile trapiantata artificialmente nel corpo di un’adulta, Poor Things é infatti un perfetto mix tra il film Frankenstein Junior e Edward mani di Forbice, tratto dall’omonimo testo di Alasdair Gray, Poor Things è geniale, disturbante e morboso.

Le povere creature di Lanthimos, alla fine del film, non conquistano soltanto la consapevolezza del libero arbitrio ma conquistano sopratutto noi spettatori, in film ha ricevuto infatti ben 8 minuti di standing ovation al termine della proiezione.

La pellicola non solo non ha deluso le aspettive, ha addirittura alzato l’asticella della filmografia già ricca di Lanthimos. Ne sentiremo parlare durante la stagione.

Gli altri due titoli in concorso della terza giornata sono stati: Bastarden di Nikolaj Arcel e Finalmente l’alba di Saverio Costanzo.

Bastarden, scritto e diretto da Arcel vede al centro della trama Ludvig Kahlen, un uomo che per tutta la vita ha cercato che la propria terra desolata gli portasse ricchezza e onore;

Per averla dovrà scontrarsi con il potente proprietario terriero Frederik de Schinkel.

Il protagonista è interpretato da Mads Mikkelsen, star assoluta del red carpet.

Proseguiamo con Finalmente L’Alba di Saverio Costanzo, un film che é come un viaggio, il viaggio di una giovane donna di nome Mimosa che, nella Cinecittà degli anni Cinquanta, diventa la protagonista di ore memorabili, che la trasformeranno da ragazza a donna.

All’inizio, Finalmente l’Alba sarebbe dovuto essere un film basato sull’omicidio della giovane Wilma Montesi, avvenuto nell’aprile del 1953, che rappresentò per l’Italia il primo caso di assassinio mediatico ma come accade spesso, durante la scrittura l’idea iniziale é cambiata e piuttosto che far morire una vittima innocente ne é stato scritto il riscatto, Finalmente l’alba é infatti un film sul riscatto dei semplici, degli ingenui, di chi è ancora capace di guardare il mondo con stupore. 

Mimosa è una ragazza semplice, un foglio bianco, una giovanissima comparsa di Cinecittà che nella Roma degli anni Cinquanta accetta l’invito mondano di un gruppo di attori americani e con loro trascorre una notte infinita. 

All’alba, Mimosa uscirà da quella notte completamente diversa, coraggiosa e pronta a scoprire davvero se stessa.

Concludiamo il report della terza giornata di festival con Felicità, diretto da Micaela Ramazzotti che arriva al lido per presentare il suo primo film nella categoria Orizzonti Extra, al fianco di Max Tortora, Matteo Olivetti e Anna Galiena.

“Felicità è la mia opera prima e sono così orgogliosa e onorata che proprio la Mostra del Cinema di Venezia sia il primo festival ad accoglierla e a volerle bene”.

La storia é quella di una famiglia storta, di genitori manipolatori ed egoisti, un mostro a due teste che divora ogni speranza di libertà dei propri figli. 

Desirè (Micaela Ramazzotti) è la sola che può salvare suo fratello Claudio e l’unica che continuerà a lottare contro tutto e tutti in nome dell’unico amore che conosce, per trovare un po’ di felicità.

Vi ricordiamo che durante l’80. edizione del Festival Di Venezia troverete tutte le news, recensioni in anteprima e i report giornalieri sull’evento.

Luca Zeppilli
[email protected]

Sono il fondatore de I Soliti Cinefili. Un progetto, nato dalla grande passione per il cinema che ad oggi mi ha portato ad ampliare le interazioni in questa community a disposizione di ogni utente. La mia passione per il cinema nasce un po’ per caso: semplicemente guardando un film dopo l’altro con immediata opinione e voto al termine visione. Con il passare del tempo la mia concezione per la settima arte è completamente cambiata, portandomi a puntare all’obiettivo di diventare un critico cinematografico. Obiettivo che ho raggiunto nel 2024 entrando a far parte del Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani. Nel corso degli anni ho partecipato a numerose anteprime nazionali ed eventi, tra cui il Lucca Film Festival dove ho svolto l’incarico di Giurato Stampa nell’edizione 2022 e nell’edizione 2023. Inoltre, sono ospite tutti i giovedì alle 22:30 al programma radiofonico Suite 102.5 su RTL 102.5 e tutte le domeniche alle 16:30 al programma LaB - Lo Spazio delle idee a cura di Beatrice Silenzi su Radio Linea N°1.

Promo main sponsor